Ristorazione solidale

Ristorazione solidale collettiva e scolastica

Solidarietà e naturalità in forma quotidiana

 

GPP, SPP, RSI. Tre sigle sibilline per tre complicate espressioni: Green Public Procurement, Social Public Procurement, Responsabilità Sociale d’Impresa. Tre espressioni che chi gestisce un’azienda o amministra un’istituzione pubblica o privata, però, sicuramente conosce per la ribalta che questi termini si sono guadagnati nell’ultimo decennio.

Nonsolonoi offre a enti pubblici e privati un modo semplice e concreto per dare corpo a queste formule con un servizio di fornitura puntuale di frutta fresca (con consegna settimanale) e altri prodotti alimentari naturali e biologici da commercio equo e da economia sociale per mense aziendali e scolastiche.

I BUONI MOTIVI PER SCEGLIERE LA RISTORAZIONE SOLIDALE DI NONSOLONOI:

   Biologici, naturali e di alta qualità: alimenti controllati secondo gli standard igienici e qualitivi dell’UE e con tutta l’esperienza di Altromercato, principale organizzazione di commercio equo e solidale italiana.
   Proprietà nutritive e biodiversità: per un’ alimentazione sana, varia ed equilibrata.
   Filiera corta e tracciabile: grazie a rapporti diretti coi produttori delle organizzazioni importatrici, certificata interamente equa e solidale da Equo Garantito
  Educazione alimentare: Nonsolonoi accompagna la propria fornitura con attività di sensibilizzazione all’alimentazione sostenibile e socialmente consapevole. (scopri l’offerta formativa e didattica di Nonsolonoi)
   Sostegno ad una realtà di economia sociale del territorio impegnata sui temi dell’equità e della solidarietà.

Grazie alla propria natura di cooperativa sociale di tipo B (per l’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati) gli enti possono, infatti, facilmente affidare, all’interno di una convenzione extra-capitolato, la fornitura di prodotti con tali caratteristiche direttamente a Nonsolonoi, come dal 2006 fa il Comune di Cremona per le mense delle scuole materne e dell’infanzia.

Gli enti che per dimensioni affidano ad un’azienda appaltatrice la trasformazione degli alimenti possono rivolgersi, invece, direttamente all’Ufficio Ristorazione Solidale del Consorzio Ctm Altromercato per informazioni e assistenza sulle procedure da implementare e per la fornitura.

ALCUNI DEI PRODOTTI CHE POSSONO ESSERE INSERITI:

   Banane e ananas (a lotta integrata o biologiche), provenienti da piccoli produttori di Ecuador e Costa Rica, inserite dalla maggior parte dei capitolati della ristorazione scolastica solidale.
   Quinoa (o grano delle Ande), alimento proteico e privo di glutine adatto per la preparazione di pasta,crocchette, minestre e insalate
   Cous cous di frumento integrale dalla Palestina
   Riso varietà Hom Mali della Thailandia (aromatico o integrale) e quello varietà Indica dell’Ecuador
   Snack al cioccolato, prodotti in Italia utilizzando cacao e zucchero equo-solidali
   Miele Bio, proveniente da Messico e Argentina, non raffinato e non pastorizzato
   Biscotti al miele e al cacao (mono e pluriporzione)
   Succhi e bevande a base di frutta
   Zucchero di canna integrale e grezzo
   Bevande in lattina e PET
   Snack e prodotti da forno dolci e salati

 

UN’ ESPERIENZA CONSOLIDATA A LIVELLO NAZIONALE E LOCALE:

Altromercato è presente già da molti anni nelle mense scolastiche di oltre 300 comuni di varie dimensioni, tra cui diversi capoluoghi di regione quali Roma, Torino, Firenze, Bari, Genova, Bolzano, grazie alla sensibilità di numerose amministrazioni ed enti pubblici consapevoli che con le loro scelte d’acquisto hanno la possibilità d’incidere in modo significativo sullo sviluppo e crescita di molte comunità del Sud del mondo.

Oggi oltre mezzo milione di bambini ricevono settimanalmente un prodotto del commercio equo e solidale a scuola. Altre esperienze interessanti sono state avviate in università, ospedali, aziende pubbliche.

A Cremona dal 2006 il Comune ha in atto una convenzione di fornitura diretta di quasi una ventina di referenze – soprattutto banane ed ananas freschi con consegna settimanale ma anche pasta di Libera Terra da terreni confiscati alle mafie, cioccolato e biscotti, cereali e legumi, zucchero di canna, spezie e frutta secca – per le mense di oltre 15 scuole scuole materne e dell’infanzia comunali. Nello stesso anno, attraverso la ditta appaltante CAMST, la frutta fresca equosolidale arriva anche alle scuole elementari, grazie all’inserimento d criteri premianti nel bando di appalto.

 

La scuola, luogo privilegiato per la crescita e la formazione, offre, così agli studenti l’opportunità di sperimentare l’educazione alimentare attraverso il consumo di prodotti buoni per la salute e ad alto contenuto di dignità dei lavoratori. I bambini coinvolti da questo progetto imparano a gustare il mondo, non solo grazie al cibo, ma anche ad un attento lavoro di accompagnamento con interventi di sensibilizzazione e formazione, che mirano a formare i consumatori consapevoli di domani (scopri l’offerta formativa di Nonsolonoi).

 



Questo sito utilizza cookie, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Leggi tutto

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close