Alienum phaedrum torquatos nec eu, vis detraxit periculis ex, nihil expetendis in mei. Mei an pericula euripidis, hinc partem.

Blog

Nonsolonoi / News dalle botteghe  / Hair care per l’estate

Hair care per l’estate

Ridai giovinezza ai tuoi capelli

L’invecchiamento del cuoio capelluto è un processo naturale e fisiologico, che vede i capelli assottigliarsi, perdere volume, diventare aridi, spenti e ricrescere meno velocemente. Questo dipende da fattori ereditari, stress e fattori esterni – come cambiamenti di temperatura, inquinamento dell’aria, raggi UV.

Oltre al naturale trascorrere del tempo, alcune pratiche possono contribuire a rendere i capelli fragili

– lavaggi frequenti con prodotti troppo aggressivi;

– tinte e colorazioni ‘fai da te’, che rendono il fusto del capello con tendenza a spezzarsi;

abitudini scorrette, dal punto di vista alimentare, ma anche per abuso di fumo e alcol.

I consigli

In estate i capelli hanno bisogno di una maggior attenzione: aumentano i fattori di stress come sabbia, salsedine, afa, vento e umidità che intaccano la cheratina e possono far perdere lucentezza, colore e corposità. Con i raggi ultravioletti i capelli tendono a sbiadire e disidratarsi.

L’acqua marina ha delle proprietà benefiche per il cuoio capelluto, perchè purifica i bulbi e stimola la microcircolazione. L’eccesso di salsedine però lo secca e rende i capelli crespi. E’ dunque necessario risciacquarli con acqua dolce, pettinarli in modo delicato, quando sono umidi e non troppo bagnati.

Se si rimane molto tempo esposti al sole, è bene usare un cappello o un foulard per ripararli.

Se si hanno i capelli lunghi e si preferisce portarli legati, è meglio preferire elastici morbidi, evitando che i capelli si tirino eccessivamente e si spezzino.

In estate i capelli non hanno bisogno di una lunga asciugatura, con temperature troppo alte del phon: è preferibile il più possibile asciugarli all’aria e usare la piastra per lo styling solo occasionalmente.

Hair care per l’estate

Con queste premesse, l’hair case estivo si compone di tre prodotti fondamentali: shampoo, balsamo, e maschera nutriente.

Capelli fini e fragili

La combinazione shampoo e balsamo Natyr all’aloe e olio di riso è il giusto trattamento ristoratore per idratare e illuminare capelli fini e fragili chi in estate tendono a diventare troppo secchi.

 

 

 

Capelli spenti

Quando il problema è la perdita di lucentezza, l’ideale è la linea composta da shampoo e balsamo all’argan e figue de barbarie: gli estratti naturali della linea sono stati scelti per la loro capacità di proteggere i capelli dai raggi solari UV rendendoli più lucenti, giovani e sani, esaltando l’intensità del colore.

Per una protezione e idratazione ancora maggiore, prima e dopo l’esposizione al sole, l’olio puro di argan è un valido aiuto. Si applica sulle punte – o nella lunghezza in caso di eccessiva secchezza- e, penetrando nelle fibre dei capelli, li nutre senza ungerli, oltre a risolvere i danni causati dal cloro e dalla salsedine.

Capelli sfibrati e disidratati

Per capelli sfibrati e disidratati si può ricorrere alla linea nutriente karitè e mandorle. Il burro di karitè e l’olio di mandorle dolci nutrono i capelli danneggiati con le loro proprietà antiossidanti, agendo anche sui capelli colorati preservandone colore e lucentezza.

Per un trattamento intensivo si può applicare 1 o 2 volte a settimana la maschera karitè e mandorle per 10 minuti sui capelli umidi e procedere poi con il risciacquo. i capelli risulteranno districati, morbidi e lucenti.

Il rispetto dell’ambiente e delle persone

I cosmetici Natyr da sempre sono privi di microplastiche e le basi lavanti sono ottenute esclusivamente da materie prime di origine vegetale come la canna da zucchero.

Ogni prodotto Natyr è composto da oltre 50% di materie prime provenienti da filiere etiche e sostenibili di Altromercato, impegnate in un’agricoltura biologica o per difendere la biodiversità dei propri territori.

Natyr fa della diversità un punto di forza: acquista oltre 50 materie prime dalle filiere etiche o da progetti fair trade e di cooperazione internazionale, coinvolgendo più di 2000 piccoli produttori da 22 Paesi di tutto il mondo.