Altrodiario: pensieri di un giovane volontario

 

Ciao a tutti! Tutto bene? Spero di si, ovviamente. Io tutto bene. Manca poco alla fine del Servizio Civile, ma fino all’ultimo giorno ci sarà sempre qualcosa da fare. Ottobre è iniziato con il turbo, con una grandissma esperienza come quella del Campus Altromercato e anche con l’inizio di un percorso di alternanza scuola-lavoro con una classe 4°A del liceo scientifico Aselli. Le due cose sono collegate: infatti, una settimana prima del campus, sono andato al Liceo per fare un incontro introduttivo sul commercio equo, su Altromercato e Nonsolonoi, in modo che i ragazzi iniziassero al meglio la loro esperienza e non arrivassero impreparati su questi argomenti al Campus di Verona.

Il sabato successivo infatti siamo stati proprio a Verona per il Campus di Altromercato: un’esperienza incredibile, che ha dato la possibilità di entrare in contatto con diverse realtà, dal piccolo produttore come il Birrificio Baladin alla grande industria dolciaria a conduzione familiare come la Paluani. Ognuno di questi produttori ha fatto un particolare focus sulla filiera corta, sulla qualità del prodotto, sulla qualità del lavoro, l’importanza di conoscere le materie prime e da dove vengano, la fidelizzazione dei clienti e su cosa investire nel futuro. Il tutto è stato introdotto da un monologo interessantissimo e molto divertente del comico Diego Parassole ( Zelig ndr), con un tema di fondo importante come la consapevolezza di che cosa si mangia e cosa si compra. Infine la mattinata si è conclusa con una prima testimonianza di Ruth Salditos, dalle Filippine, di PFTC (Zucchero Mascobado): una donna di un coraggio e una forza incredibile.

Nel pomeriggio abbiamo partecipato ad alcuni workshop: io ed altri ragazzi dell’Aselli abbiamo partecipato a quello del cioccolato. Un viaggio nella produzione del cacao, per molti ragazzi cosa non così scontata, sulla filiera del cacao di Altromercato e sulla trasformazione di questo in cioccolato. Esperienza che è piaciuta molto ai ragazzi, specialmente per le evidenti differenze nel cioccolato, dovute anche ai diversi tipi di zucchero che viene impiegato.

Infine abbiamo assistito a un’ultima conferenza plenaria con le testimonianze di altri produttori (leggi qui): testimonianze crude e piene di emozione, ma con un messaggio predominante in tutte queste persone, la speranza, come questa continui a vivere in loro anche grazie alla collaborazione con Altromercato.

Una giornata piena, sia dal punto di vista degli impegni, sia dal punto di vista dei contenuti. Tanta energia positiva e volontà delle persone di impegnarsi, che è stata colta anche dai ragazzi che erano con noi al Campus, che spesso sono stati coinvolti nei vari momenti della giornata, perchè loro sono il futuro e devono condividere il messaggio, ma anche comprenderlo e apprezzarlo fino in fondo, per poter diventare dei consumatori consapevoli.

Bene, con questo ho terminato il post di oggi, spero di non avervi annoiato, ci sentiremo presto perchè è vero che il tempo è poco, ma c’è ancora tanto da fare.

Grazie

A presto

Ettore

 

 

Leggi l’Altrodiario di Settembre qui

Leggi l’Altrodiario di Maggio qui

Leggi l’Altrodiario di Aprile qui

Leggi l’Altrodiario di Marzo qui

Leggi l’Altrodiario di Febbraio qui

Leggi l’Altrodiario di Gennaio qui

Leggi l’Altrodiario di Dicembre qui



Questo sito utilizza cookie, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Leggi tutto

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close