Accogliere il futuro e le nuove prospettive: la sfida di Nonsolonoi

 

Domenica 19 Maggio 2019 si è svolta l’Assemblea ordinaria dei Soci di Nonsolonoi. Vogliamo ringraziare tutti i partecipanti: abbiamo raccolto tanti stimoli e contributi per il prossimo anno di lavoro. Grazie anche a quanti si sono fermati per il pranzo condiviso, che è sempre un momento di festa che unisce e riscalda il cuore.

Per quanti non siano riusciti a partecipare vogliamo riportare alcuni stralci della relazione della nostra Presidente Francesca Poli, che ha introdotto i lavori.

 

Non sono mancate nemmeno quest’anno attività culturali, educative e promozionali, pensate e progettate per vari target. Per realizzarle sono state proficue le relazioni con enti istituzionali, associazioni e enti privati sul territorio cremonese, casalasco e viadanese: si pensi, ad esempio, al Comune di Cremona, che ha patrocinato alcuni eventi come la sfilata di moda etica, al Comune e alla Pro loco di Viadana, a Slow food Oglio Po, alle Acli di Casalmaggiore, con le quali si è affrontato il tema del caporalato durante una cena equo e solidale, al Distretto Bio casalasco viadanese, a Fiab, Emmaus e Filiera corta solidale, con le quali la cooperativa ha realizzato il nuovo progetto del Servizio Civile Nazionale.

È continuata anche la collaborazione con oratori e scuole, che si sono impegnate nella progettazione e nella realizzazione di percorsi educativi e anche nell’attività di Alternanza scuola lavoro, in collaborazione con i dipendenti della Bottega di Cremona.

Anche quest’anno Nonsolonoi ha partecipato attivamente anche alla vita del Consorzio Altromercato, con il quale si sono portati avanti periodicamente incontri e confronti a vari livelli, sia per quanto riguarda il ramo commerciale, sia sul ramo sociale e culturale, grazie alla figura del coordinatore territoriale. La seconda edizione del Campus Altromercato, inoltre, è stata l’occasione per incontrare alcuni produttori del commercio equo e solidale, per incontrare altre realtà come la nostra e per confrontarsi con le nuove sfide che gli attori del fair trade devono portare avanti nei prossimi anni. È stata una vera e propria boccata d’aria, come sempre stimolo per pensare a nuove iniziative.

Nonsolonoi è stata inoltre protagonista di cambiamenti significativi, a partire dall’investimento sulle botteghe di Casalmaggiore e Viadana, per le quali si è scelto il trasferimento della sede: in entrambi i casi il nuovo negozio è ubicato in una posizione centrale, elemento favorevole in vista di un incremento delle vendite, dei clienti e di una maggiore circolazione dei prodotti equo e solidali. È stata anche l’occasione per rinnovare l’arredamento e per concentrarsi meglio sul modo di disporre le merci che, in entrambi i casi, tiene il passo con le nuove tecniche del visual merchandising e prosegue nello stile avviato con la bottega di Cremona. si avvicina sempre di più allo stile della bottega di Cremona, sempre al passo con le nuove tecniche del visual merchandising.

Il Consiglio di amministrazione ha inoltre dovuto quest’anno prendere la decisione di abbandonare una delle attività che da diversi anni caratterizzava la cooperativa, ovvero il ramo della promozione che coinvolgeva clienti privati o enti e che, purtroppo, dopo un’attenta valutazione, si è riscontrato un ambito non più economicamente sostenibile.

Infine presentare il bilancio sociale significa volgere lo sguardo all’indietro e trovarsi anche a valutare il proprio operato. Compito non sempre facile, soprattutto se si sono prese decisioni importanti o complesse, delle quali non si vedono ancora bene risultati e conseguenze. Questa operazione per una cooperativa è collettiva, non dipende da uno solo. L’operato di Nonsolonoi è frutto di relazioni e di persone impegnate che credono nei valori del commercio equo e nella giustizia sociale. Per questo mi sento di riconoscere un ringraziamento particolare ai consiglieri di Nonsolonoi, per la loro presenza, per il loro lavoro nella cooperativa. Il Cda, al suo secondo anno di mandato, davanti a questo anno intenso, ma pur sempre produttivo e colmo di novità, nonostante le difficoltà che comunque si sono attraversate, risulta stimolato e sempre più motivato a portare avanti l’attività della cooperativa con impegno e passione sempre maggiori, con la prospettiva che Nonsolonoi non solo sopravviva, ma cresca, si sviluppi, stia al passo con questa società che richiede continui aggiornamenti e un grande lavoro di rete, per essere una viva testimone del fatto che un commercio più equo e un mondo socialmente più giusto sono possibili.

Accogliere il futuro e le nuove prospettive (quelle che già si prospettano e quelle che ancora non conosciamo) con saggezza, con una giusta dose di timore, ma anche con tanta speranza, che è il motore che non ci lascia mai fermi: questa la prospettiva del Cda.

Non potremmo sperare di andare in questa direzione senza i nostri dipendenti, che lavorano con passione e con la volontà di migliorarsi sempre più. Non potremmo ragionare sul futuro nemmeno senza i nostri volontari, che con la loro silenziosa e quotidiana attività sostengono la cooperativa. Grazie per questo prezioso contributo, che è parte integrante della vita di Nonsolonoi.

Buona continuazione e buon lavoro a tutti!