NOVITÀ: Miele di ulmo, un miele unico al mondo

 

Eucryphia cordifolia è il nome scientifico dell’albero che dà vita al miele di Ulmo. L’Ulmo è una pianta autoctona della regione dei laghi di Valdivia, zona boschiva incontaminata a Sud del Cile che si sviluppa tra la Cordillera delle Ande e l’Oceano Pacifico. Questo grande arbusto cresce spontaneamente e raggiunge anche i 6 metri e 30 di altezza. Tra fine gennaio e inizio marzo l’Ulmo fiorisce e le pendici delle montagne dove nasce questa pianta si ricoprono di un manto di meravigliosi fiori bianchi che ricorda la neve.

Questo miele pregiato e ricercato, dalla cristallizzazione molto sottile ed omogenea, è caratterizzato da una texture complessiva naturalmente cremosa che rappresenta un unicum nella produzione di miele. Dalla colorazione beige-ambra chiaro, all’olfatto esprime sentori di frutta matura ed evoca una sottile combinazione di anice, gelsomino e vaniglia. Il gusto è molto rotondo, uniforme ed è privo di connotazioni aromatiche di retrogusto.

Molto apprezzate sono le sue riconosciute ed elevate proprietà antibatteriche, antiinfiammatorie e antiossidanti, che negli ultimi anni hanno acceso l’attenzione di molti consumatori nei confronti di questo miele.

 

Il produttore

La Cooperativa Contadina Apicoltrice Valdivia (Apicoop) nasce nel 1997, per sviluppare l’attività dell’apicoltura in modo da integrare l’esiguo reddito agricolo della popolazione Mapuche, oltre che per promuoverne lo sviluppo sociale, culturale ed economico.  Il suo lavoro ha portato diversi benefici, come la formazione tecnica dei contadini ed il miglioramento dell’alimentazione familiare grazie all’autoconsumo dei prodotti dell’alveare. La produzione di miele coinvolge 116 soci, ognuno con la sua famiglia. In un contesto dominato dalla piccola agricoltura, in buona parte di sussistenza, la vendita del miele contribuisce per il 30-50% del reddito annuo delle famiglie, rappresentando una fondamentale fonte di guadagno. In questi anni i contadini hanno acquisito le conoscenze necessarie per gestire in proprio il progetto di apicoltura e allo stesso tempo hanno preso parte in prima persona alla ricostruzione di un tessuto sociale che era stato completamente distrutto dagli anni di dittatura. Le tecniche produttive ed il controllo di qualità sono in funzione di un trattamento sanitario adeguato delle api. Questo trattamento è fornito dalla cooperativa ed ha il pregio di non presentare residui nel prodotto finale. Sempre in linea con questa filosofia produttiva, è stata rafforzata l’attività di formazione per gli agricoltori su temi di buone pratiche agricole e produzione di qualità. Contemporaneamente si sono sviluppati progetti individuali tendenti a migliorare le infrastrutture dei produttori associati al fine di fungere da investimento per il miglioramento dei livelli produttivi.

 



Questo sito utilizza cookie, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Leggi tutto

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close